Lavoro&Psiche

lavoro psiche
lavoro psiche

Il progetto Lavoro&Psiche si propone di validare e diffondere un modello innovativo di integrazione lavorativa di persone affette da disturbi psichiatrici gravi. L’iniziativa, che può contare su un budget di 4 milioni di euro, si propone di:

- Aumentare il numero e la tenuta dei pazienti psichiatrici inseriti al lavoro nel privato sociale, negli enti pubblici e nelle aziende
- Favorirne e sostenerne l’inclusione lavorativa, sociale e relazionale
- Promuovere una rete territoriale di servizi pubblici e privati a loro sostegno
- Sensibilizzare il mercato del lavoro all’integrazione lavorativa dei pazienti psichiatrici
- Avviare partnership tra aziende private, servizi pubblici e privato sociale sull’integrazione lavorativa di pazienti psichiatrici
- Diffondere, in caso di successo del modello sperimentato, una policy di integrazione lavorativa di pazienti psichiatrici

Lavoro&Psiche introduce tre elementi di novità:

1. l’attivazione di Tavoli Tecnici per l’integrazione lavorativa all’interno di 4 Organismi di Coordinamento per la Salute Mentale (OCSM) della Regione Lombardia (circolare regionale 19/san del 2005)
2. la presenza di una nuova figura professionale interamente dedicata all’inserimento lavorativo (il “Coach”) che, in sinergia con i servizi territoriali e con il supporto dei Tavoli Tecnici, promuove tutti gli interventi funzionali ad un percorso di integrazione lavorativa efficace e personalizzato
3. il disegno di valutazione che, mediante l’utilizzo di una rigorosa metodologia (lo studio controllato randomizzato), misurerà gli effetti dell’intervento sulla condizione lavorativa e sullo stato di benessere complessivo dei pazienti psichiatrici coinvolti nell’iniziativa.

Il progetto, che ha ricevuto il sostegno della Direzione Generale Sanità delle Regione Lombardia, ha una durata di quattro anni e prevede due fasi:

1) la progettazione partecipata delle linee guida dell’intervento elaborate da un Comitato di Indirizzo composto da Fondazione Cariplo, Regione Lombardia, Confcooperative, Urasam, Assolombarda, Ala Sacco e Asvapp (settembre 2008);

2) la sperimentazione del progetto all’interno di 4 OCSM selezionati delle Province di Bergamo, Como, Milano e Sondrio, con la partecipazione di 8 Aziende Ospedaliere, 15 Coach e 300 pazienti psichiatrici (settembre 2012).

Al termine del progetto Fondazione Cariplo si impegnerà a diffondere i risultati della sperimentazione presso la comunità scientifica e a consegnarli alla Regione Lombardia che, in qualità di policy maker, valuterà l’efficacia e l’eventuale diffusione del modello sperimentato.

In Lombardia i pazienti psichiatrici sono passati da 77.000 nel 1999 a circa 110.000 nel 2008. Uno dei problemi maggiori per queste persone è la mancanza di opportunità lavorative, benché il lavoro sia considerato dagli esperti del settore uno strumento fondamentale di riabilitazione.