Interculture

interculture
interculture

Interculture è un progetto per migliorare l’integrazione scolastica degli alunni con cittadinanza non italiana e delle loro famiglie, individuando, sperimentando e valutando le buone pratiche nel mondo della scuola, in particolare quelle che promuovono il lavoro in rete tra istituzioni, scuole e organizzazioni del privato sociale.
L’intervento, rivolto a studenti della scuola primaria e secondaria di secondo grado, si è sviluppato in tre fasi:

> Fase 1 - la progettazione partecipata di percorsi di accoglienza e integrazione in 29 scuole pilota delle province di Brescia, Mantova, Milano

> Fase 2 - la sperimentazione e la valutazione dei percorsi messi a punto nella fase precedente;

> Fase 3 - la diffusione su scala più ampia dei percorsi di accoglienza e integrazione sperimentati con esiti positivi.

La sperimentazione è avvenuta nel corso dell’anno scolastico 2008-2009, con contributi alle scuole per un ammontare di 1.091.000 euro. Nel 2009, con il sostegno di JP Morgan Chase Foundation, è stato deliberato un ulteriore contributo di 196.485 euro per l’anno scolastico 2009-10 a favore di 6 istituti che durante la sperimentazione hanno dimostrato un reale miglioramento organizzativo.

Hanno collaborato al progetto: l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia come partner istituzionale, Fondazione Ismu per il coordinamento della progettazione nelle scuole, l’Istituto per la Ricerca Sociale (IRS) per l’assistenza metodologica, l’Associazione per lo Sviluppo della Valutazione e l’Analisi delle Politiche Pubbliche (ASVAPP) per il monitoraggio, la valutazione e un apposito Comitato scientifico per la supervisione didattica.

A progetto concluso, la Fondazione ha lanciato il bando “Promuovere percorsi di integrazione interculturale tra scuola a territorio” per dare continuità all’iniziativa.

PROGETTO CONCLUSO.