Intersettoriali

Nel suo Venticinquesimo anno di attività, la Fondazione Cariplo lancia un’importante novità: quattro programmi di grande impatto che interessano le periferie, il recupero delle aree interne, l’impresa sociale e l'occupazione giovanile che partiranno nel corso del 2016. 
Ecco i focus delle nuove iniziative intersettoriali:

  • Periferie sociali: un progetto che punta a migliorare la qualità della vita nelle periferie attraverso la riqualificazione urbanistico-architettonica-ambientale, il rafforzamento della coesione sociale in zone degradate, lo sviluppo dell’imprenditorialità sociale e culturale, l’attenzione ai beni comuni e all’ambiente;
  • Attiv·aree​: un progetto per riattivare le aree interne, in particolar modo montane, caratterizzate da spopolamento e abbandono, con azioni di potenziamento e innovazione delle filiere tipiche (agricoltura, allevamento, turismo) che siano in grado di facilitare la creazione di nuovi posti di lavoro, specie per i giovani, passando per la valorizzazione dei patrimoni culturali materiali e immateriali, la prevenzione del rischio idrogeologico e il miglioramento della qualità della vita;
  • Cariplo Factory: la creazione di un hub a partire da un luogo fisico, che attraverso la rete di Fondazione Cariplo contribuisca a generare occupazione per i giovani; un incontro di saperi tra PMI e grandi aziende, imprese sociali, imprese culturali, scuole, università, enti di formazione, fablab, incubatori/acceleratori.
  • Innovazione sociale, capacity building del Terzo Settore e Impact investing: se efficacemente sostenuti, il Terzo Settore e i nuovi soggetti che si affacciano nel campo dell’imprenditoria sociale potrebbero promuovere un processo di ammodernamento e innovazione. La finanza sociale/impact investing potrebbe supportare un ecosistema di imprenditoria sociale fortemente orientato all’innovazione applicata ai campi del welfare, della cultura e dell’ambiente.