Le migliori pratiche alimentari premiate a Milano

Logo MUFPP

Fondazione Cariplo e Comune di Milano premiano le città più innovative, per favorire la diffusione delle migliori pratiche nel campo della sostenibilità dei sistemi alimentari urbani: a BALTIMORA per la “Baltimore food policy iniziative” e MEXICO CITY per il  “Community Dining Rooms Program”. Si tratta di progetti che promuovono diete sane e sostenibili, giustizia sociale ed economica, interventi a sostegno della produzione e distribuzione del cibo, azioni volte alla riduzione dello spreco alimentare. 

 

2 premi da 15.000 euro ciascuno sono stati consegnati alle due città vincitrici tra le 33 che hanno presentato oltre 50 candidature, tenendo conto delle condizioni di avversità dovute alle sfide che ciascuna città affronta nel rispettivo contesto. Il premio sarà utilizzato per fornire assistenza tecnica da parte delle città vincitrici a un'altra città tra quelle firmatarie del Patto, che sarà guidata nello sviluppo della propria politica alimentare.
6 menzioni speciali sono state inoltre dedicate alle pratiche che hanno ottenuto i voti più alti nelle rispettive categorie.

FAO food policy 2Sonia cantoni, consigliere di Fondazione Cariplo

Le 53 pratiche pervenute in risposta al Premio sono state esaminate da una giuria internazionale composta da 12 membri appartenenti a diverse agenzie delle Nazioni Unite, al mondo scientifico e della ricerca, della società civile e della stampa, oltre che alla Fondazione Cariplo. I criteri adottati dalla giuria includono la replicabilità della pratica proposta e la relativa adattabilità a diversi livelli territoriali, l’impatto atteso sul contesto urbano con particolare riferimento alle azioni a vantaggio delle fasce vulnerabili della popolazione e alla salvaguardia dell’ambiente, il livello di partecipazione attiva degli attori pubblici, privati e della società civile.
Le pratiche premiate rappresentano, nei rispettivi contesti di riferimento, soluzioni capaci di produrre un impatto sulle politiche economiche, ambientali e di equità sociale attraverso l’inclusione dei diversi stakeholder del sistema alimentare urbano.
Il Milan Pact Awards costituisce una novità nel panorama internazionale per almeno tre ordini di motivi: si configura come un premio globale che si rivolge direttamente alle città, si occupa in maniera specifica della sostenibilità urbana dei cicli alimentari e promuove un modello di assistenza tecnica tra pari.
Il Milan Urban Food Policy Pact è stato sviluppato nell’ambito dell’intesa tra la Fondazione Cariplo e il Comune di Milano per la definizione e successiva implementazione della politica alimentare urbana (Food Policy del Comune di Milano).

FAO food policy 1

I VINCITORI:

Due Premi monetari:

  1. La “Baltimore Food Policy Initiative” presentata dalla città di Baltimora è risultata la migliore pratica in assoluto secondo i criteri di valutazione adottati dalla giuria internazionale del Premio. Baltimora è la più grande città del Maryland, con una popolazione di 622.000 residenti, un quarto dei quali vive in aree dove è difficile avere accesso a cibi freschi, nutrienti e di qualità, i cosiddetti food desert. La politica alimentare urbana intrapresa a partire dal 2009 ha l’obiettivo fondamentale di incrementare l’accesso a cibo sano da parte dei cittadini residenti in queste aree e si distingue per il grado di coinvolgimento di diversi dipartimenti dell’amministrazione pubblica, una collaborazione che ha permesso di coniugare istanze legate alla salute dei cittadini con quelle di giustizia sociale ed economica. Oltre che su una struttura di governo permanente, la politica attuata si basa sul coinvolgimento attivo di oltre 60 stakeholders che rappresentano organizzazioni attive sulle tematiche dell’accesso al cibo nel sistema alimentare locale. La politica alimentare di Baltimora si basa inoltre su una mappatura della città realizzata in collaborazione con il Johns Hopkins Center che ha permesso di identificare le aree destinatarie di intervento, nonché definire misure distinte sulla base dei bisogni e delle caratteristiche dei diversi quartieri. Baltimora si è inoltre impegnata sul fronte dell’educazione alimentare, al fine di coinvolgere l’intera cittadinanza sulle strategie messe in atto per combattere le disuguaglianze. Stephanie Rawlings-Blake  è impegnata sulle tematiche alimentari sia in qualità di Sindaco della città di Baltimora che di Presidente della Conferenza Americana dei SindaciBaltimore Food Policy Initiative 
  2. Il “Community Dining Rooms Program” presentato da Città del Messico è risultata la migliore pratica sviluppata in un contesto economico avverso. Città del Messico è una delle città più popolate al mondo con una larga fascia della popolazione a rischio di insicurezza alimentare. La città è stata la prima in Messico ad avviare un programma di mense comunitarie per garantire a tutti il diritto al cibo attraverso l’accesso quotidiano a pasti completi e sani a prezzi sostenibile. Il modello, già replicato in altre città e ripreso a livello governativo, è caratterizzato dalla visione delle mense come luoghi di aggregazione e inclusione di persone fragili (anziani, donne che hanno subito violenze, disabili), oltre che aperti ai cittadini più giovani. Intrapreso nel 2009 il programma conta oggi 204 mense distribuite in 16 quartieri e dispensa oltre 33.500 pasti ogni giorno. Il funzionamento delle mense è assicurato dalla collaborazione dell’amministrazione con le organizzazioni della società civile e dalle donazioni del settore privato che consentono di coprire i costi.

6 Menzioni speciali:

  • VANCOUVER: menzione alla migliore pratica nell’ambito della categoria “Governance”
  • BIRMINGHAM: menzione alla migliore pratica nell’ambito della categoria “Diete sostenibili e nutrizione”
  • LUSAKA: menzione alla migliore pratica nell’ambito della categoria “Giustizia Sociale ed Economica”
  • QUITO: menzione alla migliore pratica nell’ambito della categoria “Produzione di cibo”
  • TORONTO: menzione alla migliore pratica nell’ambito della categoria “Approvvigionamento e distribuzione del cibo”
  • RIGA: menzione alla migliore pratica nell’ambito della categoria “Prevenzione e gestione degli sprechi alimentari”