Fondazione Cariplo premiata dal Presidente della Repubblica

Fondazione Cariplo, rappresentata dal Presidente Giuseppe Guzzetti, ha ricevuto questa mattina al Quirinale, dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, un importante riconoscimento per l’impegno profuso in questi anni dalla Fondazione sul fronte della Ricerca Scientifica. La cerimonia si inserisce nel fitto programma di iniziative organizzate in occasione dei Giorni della Ricerca dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro; e infatti il riconoscimento è il coronamento di un costante impegno avviato insieme ad AIRC, negli ultimi anni, nel sostenere progetti di ricerca  contro il cancro, attraverso il Bando Trideo TRansforming IDEas in Oncological research award. Ecco la motivazione: 

"Fondazione Cariplo per aver scelto, insieme ad AIRC, di investire sul bando TRIDEO, programma dedicato a giovani ricercatori di talento con progetti di assoluta avanguardia nell'ambito della prevenzione, diagnosi e cura del cancro. TRIDEO ha offerto a ventitré ricercatori un sostegno concreto per trasformare la ricerca oncologica, con un approccio inedito, capace di unire la ricerca, l'esplorazione e il rischio, per trovare risposte a una malattia che in alcune forme è ancora poco curabile"

DSC 6786I Vincitori Bando Trideo 2015


Trideo sostiene la ricerca di frontiera, quella sulla quale altri a volte non investono, perché può fallire ma che può invece cambiare la vita delle persone se ha successo. “E’ la nostra missione – dice Giuseppe Guzzetti – che ha trovato un partner unico e insostituibile in AIRC, che ringrazio: questo riconoscimento è da condividere con chi, come Airc, da sempre è impegnata su questo fronte; dobbiamo ad Airc molti grandissimi progressi nel contrastare la malattia”.

“Ringrazio il Presidente Mattarella per questo regalo – ha aggiunto Guzzetti – Non poteva che arrivare in un anno come questo: Fondazione Cariplo il 16 dicembre compie 25 anni, durante questo periodo con la sua attività filantropica ha sostenuto oltre 30mila progetti con oltre 2,8 miliardi di euro. Fondazione Cariplo ha a cuore il sostegno alla ricerca e ai giovani ricercatori: dal 1991 ad oggi abbiamo realizzato 1.764 progetti in questo settore, insieme ai principali centri di ricerca e università; con un impegno totale di 421 milioni di euro e al fianco di 4000 ricercatori”. 

Cariplo Scienza

L'impegno per la ricerca scientifica 

Da sempre impegnata nel sostegno al mondo scientifico, Fondazione Cariplo lancia proprio in questi giorni il progetto Storie di questo mondo | Cariplo Scienza il nuovo progetto di comunicazione che esplora i tanti e importantissimi progetti finanziati dell’Area Ricerca Scientifica di Fondazione Cariplo dal 2000. Meet the Media Guru, in sinergia con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, ha collaborato al concept originale coinvolgendo un folto team di visual designer, content curator e videomaker. In 16 anni di attività l’Area Scientifica di Fondazione Cariplo ha sostenuto progetti suddivisi in 5 macro aree: Agroalimentare; Ambiente e biotecnologie; Scienza e società; Fisica, chimica e ingegneria; Biomedicina. Il grande numero di iniziative e dati, i temi non sempre facili da divulgare al grande pubblico hanno fatto optare per un approccio visual, optando per un’infografica interattiva che fa dei numeri un vero e proprio contenuto narrativo da esplorare a piacimento. La navigazione è interattiva: cliccando dentro ogni particella è possibile scoprire di più su ciascuna ricerca inoltre, per alcuni progetti, è disponibile una video-intervista al ricercatore che l’ha condotta. Con le interviste – tutte fruibili sul profilo YouTube di Fondazione Cariplo – abbiamo chiesto agli scienziati di farsi storyteller del loro lavoro. Stando ad una recente direttiva della UE, chi fa ricerca oggi deve parlare alla società, offrendo informazioni sul proprio lavoro e ascoltando le sue istanze in un flusso osmotico continuo. Prima in Italia, l’Area Ricerca Scientifica di Fondazione Cariplo ha adottato questo indirizzo europeo, vincolando il finanziamento allo sforzo comunicativo.